La leggenda dell’Erbaluce

La leggenda dell’Erbaluce

Tour Strada

Un tour in bicicletta per scoprire la vita segreta delle viti che producono il prezioso Erbaluce, il vino che dal
1600 è sinonimo di eccellenza del Canavese, nel nord ovest del Piemonte al confine con la Valle d’Aosta.
Quando?
55km 600m

L'Erbaluce è un vitigno conosciuto fin dall’antichità: già G.B. Croce, gioielliere di fiducia del duca Carlo
Emanuele I, nel 1606 scriveva: “Erbalus è una bianca così detta come alba perché biancheggiando
risplende: ha li grani rotondi, folti e copiosi, ha il guscio o sia scorza dura: matura viene ristita e colorita e si
mantiene in sui la pianta assai".

Quella dell'Erbaluce è stata la prima DOC da vitigno bianco del Piemonte. Il
vitigno, imparentato con il Fiano, è stato portato in Piemonte dagli antichi Romani quasi duemila anni fa, e
qui - nelle colline del Canavese che guardano la Val d’Aosta, soleggiate e con forti escursioni termiche tra il
giorno e la notte - ha trovato il giusto habitat. Una leggenda narra che Albaluce fosse la figlia del Sole e
dell’Alba, una bellissima fanciulla adorata da tutti gli abitanti che facevano a gara per ingraziarsela con i loro
doni. Una catastrofe, però, decimò gli abitanti ed Albaluce ne fu così addolorata che pianse per giorni e
notti intere. Le sue lacrime cadendo sul fertile terreno si trasformarono in tralci di vite con copiosi grappoli
di uva bianca, che in Suo onore fu chiamata Erbaluce.

Il tour si snoda tra le dolci colline in cui è nata la leggenda dell’Erbaluce, strade poco trafficate che
costeggiano alcuni laghi della zona, come il Lago di Candia. Durante il Tour lambiremo il Castello di Agliè (la
cui edificazione risale al XII secolo) e potremmo visitare Villa Meleto, residenza estiva di Guido Gozzano
(appartenente al movimento letterario del crepuscolarismo).

richiedi informazioni

compila il form e contattaci

Numero non valido
Valore non valido
reCAPTCHA non valido

Web Marketing e Siti Internet Omnigraf - Web Marketing e Siti Internet